Customer Scientific Investigation Crash Course:

Come raccogliere dal mercato le informazioni utili a progettare prodotti e servizi che non possono fallire

Una giornata insieme ai professionisti della Customer Discovery, per capire come funziona e per metterne in pratica i concetti.


L’ 8 ottobre a Milano, COPERNICO ISOLA

12 posti disponibili

Prezzo: 670€ 

Early Bird: 470€ (fino al 12/9/2019)


Scopri se i clienti troveranno valore nel tuo prodotto, PRIMA di perdere mesi (o anni) a costruire la cosa sbagliata.

Centri commerciali, recuperi urbani, servizi bancari, prodotti assicurativi, nuovi prodotti corporate. Sono tutti casi di prodotti o servizi che hanno bisogno di enormi investimenti di tempo e denaro.

Come può un designer o un responsabile di prodotto sapere in anticipo come il mercato risponderà al suo progetto?

Le ricerche di mercato non funzionano

L’obiettivo delle ricerche di mercato convenzionali, è quello di raccogliere "dati dei clienti" e di aggregarli facendo delle analisi statistiche. I clienti sono trattati come database. Ma i clienti sono persone, non database, e fornire delle risposte complete e accurate, probabilmente, non è in cima alla loro lista delle priorità.

I questionari non funzionano

Quando un progettista seleziona gli argomenti di un questionario e imposta la scala di valore, non può che farlo basandosi sulle priorità dell'azienda. Ed è molto, molto difficile che quella scala di valori creata internamente sia anche lontanamente simile alle vere priorità dei clienti.

I focus group non funzionano

I gruppi di discussione radunano delle persone che molto probabilmente non si rivedranno mai più, e chiedono loro di “giudicare” idee generate da altre persone. Non esiste una connessione utile fra le loro opinioni ed i loro comportamenti durante il focus group e quello che accade nella realtà.

La Customer Discovery funziona: 

E’ una disciplina che permette a chi progetta prodotti o servizi con grandi budget, di conoscere a fondo le necessità dei clienti, riducendo al minimo il rischio di fallimento.

E’ il primo passaggio del processo di Customer Development, che è stato formalizzato per la prima volta da Steve Blank. E’ quel momento chiave in cui l’innovatore fa due cose: 

(1) mette giù il suo modello di business ideale e stabilisce con precisione - prima di mettersi a costruire la qualsiasi cosa - chi dovrebbero essere i suoi Early Adopters

(2) va ad incontrare i suoi Early Adopters per capire se sono davvero loro a far marciare il modello di business così come se l’era immaginato, oppure no.

La Customer Scientific Investigation è un metodo consolidato per “mettere in pratica” la Customer Discovery

La abbiamo chiamata così perchè si fonda su un rigoroso approccio scientifico: 

  • Usiamo le stesse tecniche di intervista e cross-examination che si usano nelle conversazione con i testimoni, per avvicinarsi ad una rigorosa 'doppia indipendenza' - dell’intervistatore e dell’intervistato - dai fatti che ci preme rilevare;

  • Applichiamo la stessa organizzazione ciclica dei processi di investigazione, a 6 stadi, come dal modello ACCESS, formulato per la prima volta a Scotland Yard;

  • Applichiamo al mercato i processi di profiling usate all'FBI (Behavioral Evidence Analysis);

  • Applichiamo in modo disciplinato un approccio scientifico, votato alla rigorosa ricerca della prova contraria, invece che alla fuorviante ricerca della conferma dei propri sospetti;

  • Attingiamo a discipline diverse (economia, psicologia, antropologia, ingegneria..), perchè solo così riusciamo ad abbracciare la complessità antropologica dell'innovazione, ed indirizzarla.


Risponde a molte domande estremamente pratiche, come ad esempio:

  • con chi parlare?

  • dove sedersi?

  • cosa chiedere all’intervistato?

  • cosa non chiedere?

  • Quale struttura utilizzare per la conversazione?

  • quali dati acquisire?

  • dove mettere le mani durante l’intervista?

  • come valutare i risultati rispetto all’obiettivo dell’analisi?

Gli organizzatori del workshop

The Doers lavora da 10 anni nel campo della Customer Discovery, praticandola e trasferendola a grandi multinazionali, organizzazioni, e anche startup. Questa esperienza ci è servita per sviluppare una metodologia unica, di estrema precisione nell’ottenere la verità sui problemi ed i bisogni dei mercati - esistenti o nuovi. 

La docente

Irene Cassarino è l’amministratore delegato di The Doers, e coordina il gruppo di ricerca sulla Customer Scientific Investigation. Nel 2012 ha portato in Italia il progetto Startup Genome. Ha fondato e co-gestito per due anni un acceleratore di startup, e da 15 anni diffonde i concetti e le pratiche dell’innovazione in atenei, grandi aziende e amministrazioni pubbliche. 


Questo workshop fa per te se:

  • Hai urgenza di sviluppare un nuovo prodotto, e poca disponibilità a giustificare un fallimento 

  • Lavori nel marketing strategico ed il tuo lavoro è prendere decisioni sul domani. Eppure sospetti che le ricerche di mercato tradizionali non ti aiutino davvero

  • Vuoi comprendere la vera killer feature da aggiungere al tua offerta per generare nuova crescita

  • Desideri sapere in cosa consiste l’esclusiva metodologia della Customer Scientific Investigation, per crescere professionalmente

Questo workshop NON fa per te se:

  • La tua azienda ha il classico processo di innovazione “L’ha deciso il mio capo e lo devo fare”

  • Lavori nel marketing strategico, ma la tua azienda ha le spalle talmente larghe che anche se fai flop non succede nulla

  • Sei convinto di conoscere bene il tuo mercato, e non hai mai sospettato che qualcosa di importante ti stia sfuggendo

L’8 ottobre a Milano, COPERNICO ISOLA

12 posti disponibili

Prezzo: 670€ 

Early Bird: 470€ (fino al 12/9/2019)


CONTATTI

irene.png

Irene Cassarino

irene@thedoers.co

PRENOTA UN APPUNTAMENTO